Blog: http://pesetasottopeso.ilcannocchiale.it

UGOLE IN MOVIMENTO

 
LE TURPI CANORE

I miei strali son prole
dello sciocco,
 altri cascame,
altri di minacce,
altri di fole,
altri del vento Scirocco.
Le mie parole
 sono liquame
come le radici
marce,
altre parolacce
come i cinquestelle,
fervide fregnacce
delle corbelle,
ispide come zerbini,
cònsone ai burini
mendaci,
torbide come la notte
d'infame,
strette come cordame
che strozza,
viscide come alici
nella botte
sozza,
fetide come branzini
salaci,
grevi come una zolla
di incapaci
e verdi come ortiche
di rabbia,
cupe come una gabbia
e antiche,
ambigue nella bolla
dell'inganno,
trite come sabbia
intrise di scabbia
appassiranno.

Pubblicato il 2/2/2014 alle 10.32 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web